Qualche giorno fa abbiamo pubblicato la nostra recensione del PC desktop Nitro 50, una piccola potenza di Acer , che abbiamo testato proprio sul monitor Acer Nitro XV3 che analizzeremo in questa occasione. Si tratta di uno schermo con IPS che offre una risoluzione 4k (3840×2160), 144 Hz, con angoli di visione di 178 gradi e 1ms di risposta VRB (4ms G2G). Insomma un “giocattolino” mica da ridere, ma vediamolo meglio nel dettaglio!

Elegante, compatto, ha tutto quelle che serve!

L’Acer Nitro XV3 è un monitor da 27 “, non troppo voluminoso, cornice non troppo spessa, peso non eccessivo (6kg), schermo piatto e buone caratteristiche, adatto in particolare ai videogiocatori che non transigono sulla qualità Si sa, infatti, che spesso e volentieri i giocatori optino per monitor con pannelli TN che sappiamo essere molto più reattivi a livello prestazionale (dunque minore input lag, ect) ma qualitativamente peggiori. Il Nitro XV3 è uno schermo che si adatta lo stesso ai giocatori, grazie a tempi di risposta bassi, seppur proponendo uno schermo di ottima qualità (si tratta infatti di un IPS). Il monitor è inoltre abbastanza elegante e sobrio, presenta infatti solo dei LED blu nella parte inferiore dello schermo, ma nulla di troppo “pacchiano”. Ha una base fissa, quindi non potremo ruotarlo nel senso orizzontale, ma lo schermo può subire una buona inclinazione verticale e ottima regolazione in altezza.

Lo schermo presenta sul retro alcuni pulsanti di controllo che daranno accesso a differenti funzioni presenti nello schermo che potranno essere pilotate tramite il cursore posto al di sotto dei tasti.

Per quanto concerne gli ingressi, il monitor possiede due Displayport 1.4, (le uniche che ci daranno la possibilità di sfruttare tutti i 144Hz), due porte HDMI 2.0 (limitate a 60Hz in risoluzioni 4k) e quattro porte USB 3.0, due delle quali poste sul lato sinistro dello schermo. Il monitor presenta anche degli altoparlanti stereo con 4 watt di potenza, il suono che ne esce è alquanto pulito e non affatto male.

Naturalmente il monitor si collega alla corrente tramite un alimentatore esterno, niente di diverso rispetto ad altri modelli del suo genere.

Un IPS da 144Hz!

Come abbiamo già accennato il Nitro XV3 è costituito da un pannello IPS con risoluzione 4k (3840×2160), con una frequenza di 144 Hz, un tempo di risposta di 1 ms VRB (4 ms G2G) e angoli di visione di 178 gradi. Naturalmente la frequenza più alta è raggiungibile soltanto con lìutilizzo di un cavo Displayport 1.4, mentre l’HDMI sarà limitata a 60Hz.

Scelta interessante quella di abbinare un pannello IPS ad un monitor da gioco, che sono invece spesso costituiti da pannelli TN, o al massimo VA. È normale che tutti i pannelli abbiamo peculiarità diverse, l’IPS scelto in questo caso, infatti, permette di avere una riproduzione dei colori di alta qualità e buoni livelli di luminosità. Ha una luminosità standard di 350 che può arrivare sino a 400 quando attiviamo l’HDR400. Di contro ovviamente dovremo trovare un pannello un po’ meno reattivo, ma grazie ai tempi di risposta decisamente bassi e alla frequenza di 144 Hz, la reattività non è così malvagia.
La parte interessante è però che, grazie all’ampia copertura di colore raggiunta, il monitor si adatta perfettamente ad essere utilizzato anche a scopi lavorativi. Per quel che concerne il contrasto effettivo, questo è pari a 1000: 1 con una gamma dinamica di 1.000.000: 1, supportato dal sistema VRB con cui funziona la retroilluminazione del monitor.